Intouchable

    Oggi un’amica mi ha raccontato una barzelletta che pur non facendo ridere (secondo me) mi  ha fatto comunque pensare. Diceva: <<C’e una ragazza che suona l’armonica e sorride perché tanto le è stato dato tutto dalla vita. Un uomo che passa per i dintorni  s si innervosisce nel vedere questa ragazza così allegra,…

It’s simply Me.

Mi é stata utile questa sorta di indipendenza dalla famiglia perché ho bisogno di sentire che sono in grado di scegliere ciò che è meglio per me e  ciò che davvero voglio, senza l’influenza dei miei parenti. Sono sempre stata molto insicura ea ho sempre sentito il bisogno di continue rassicurazioni. Mi è stato utile…

Animatrice o Animata?

Ed eccomi in un autobus pieno di persone che chiaccherano e ridono, ed io sono seduta da sola conble cuffie alle orecchie a leggere. Completamente sola ed estraniata dal mondo: questa è la mia vita. Mi sento sola e so di essere a tenere le persone a distanza e a non permettere che si avvicinino…

Il mio miracolo

Sii il tuo miracolo. Mi sono sempre fermata davanti alle difficoltà pensando che non sarei stata in grado di affrontarle. Invece ora mi rendo conto che, davvero, possiamo essere ciò che vogliamo… o almeno provarci. Non è vero che nasciamo sfortunati o con meno possibilità di eccellere degli altri: dipende da noi. Se voglio essere…

Lettera a me stessa 

Cara *il mio nome*, Devi prendere una decisione, scegliere in che direzione andare. Vuoi goderti l’estate, andare al mare con il costume a due pezzi senza doverti preoccupare dei tagli in vista, sorridere e ridere con gli amici, averceli degli amici…  Piacerti e provar piacere nell’indossare un vestito, goderti quelle curve che ti rendono la…

Tienimi le mani

Mi sono lasciata con il mio ragazzo che ha detto di essersi messo da parte per aiutarmi, non si fidava più di me (dopo che mesi fa mi sono autolesionata dopo avergli promesso di non rifarlo) e per me provava non più amore ma affetto. Ora -senza di me- sta meglio ; a scuola non…

Una ragione per cui vivere

Ieri mio padre mi ha chiesto perché vivo e io gli ho risposto dicendogli di non dirmi così, altrimenti invece di aiutarmi mi avrebbe solo fatto venir voglia di morire. Mi ha risposto con un “una sberla la vuoi adesso o dopo?”. “Perché dici così?” “Perché non ho una ragione per cui vivere” ho detto….

SVP

Ieri era il 18esimo compleanno del mio ragazzo e l’ho portato a cena fuori facendogli provare il sushi per la prima volta. Una volta finito siamo andati a prendere un gelato, abbiamo passeggiato un po’ e siamo tornati a casa mia. Lui è rimasto sdraiato sul mio letto ad aspettare che mi cambiassi e mi…

Scared

Ho tanta paura.  Sto facendo schifo a scuola, sto rovinando la mia relazione con il mio ragazzo e non faccio che ferire mia madre, che tanto desidererebbe vedermi star bene. Ma non ce la faccio, ho paura. Sto mangiando meccanicamente per non perdere peso e resto sempre in piedi per non prenderne. Ho quindici anni…

Sono ancora indecisa su cosa farne della mia vita, in quale direzione andare, se scegliere la malsana sicurezza che la malattia mi dà oppure chiudere questo lungo e triste capitolo della mia vita e ricominciare tutto da capo… Ma anche mentre lo dico mi rendo conto che non è veramente così: protendo verso il miglioramento,…

Di nuovo a casa

Ed eccomi tornata a scuola dopo più di due settimane di ricovero all’ospedale… sì: per l’ennesima volta. La terza in tre mesi per l’esattezza. Ma ora sono qui ed il mio periodo in ospedale è finito, sul serio. Ieri, neancora uscita dall’ospedale sono stata male, ho litigato con mia madre. È iniziata proprio male e…

Avanti e indietro

Spero di non aver illuso nessuno con il mio ultimo post (“Chi dovrei illudere se a nessuno importa di me, poi?!”) ma il problema è che non sono ancora abbastanza “convinta”. Così non si può continuare, a fare avanti e indietro tra ospedale e casa; sono stanca ma non mi decido a mollare la presa….

Un pizzico di positività

Basta, sono stanca di stare così. Voglio poter fare gli stage con la scuola, fare il tour di ristoranti stranieri, andare in pizzeria con gli amici, riprendere a far danza classica, farmi degli amici, mettere in risalto ciò che mi piace di me. Stare sotto le coperte quando ho freddo, leggere da seduta, mangiare, voglio…

A me la scelta!? 

Sono seduta. A un tavolo del McDonald. Con mio fratello che ha 21 anni e la sua ragazza che ha la mia età (15 anni). Quale delle tre cose sia più strana non lo so nemmeno io.    Non so che fare e si, ho perso il conto anch’io di tutte le volte che l’ho…