Intouchable

 

 

Oggi un’amica mi ha raccontato una barzelletta che pur non facendo ridere (secondo me) mi  ha fatto comunque pensare.

Diceva: <<C’e una ragazza che suona l’armonica e sorride perché tanto le è stato dato tutto dalla vita. Un uomo che passa per i dintorni  s si innervosisce nel vedere questa ragazza così allegra, così le prende l’armonica e la butta a terra. Lei la raccoglie e sorride, perché tanto le è stato dato tutto dalla vita.                                                                                                L’uomo Allora lui le prende di nuovo l’armonica e la lancia, ma lei la prende, torna a suonare e sorride, perché le è stato dato tutto dalla vita.                                                           Questa volta L’uomo -questa volta- le dà un rasoio al posto dell’armonica e lei sorride, sorride e sorride perché le è stato dato tutto dalla vita.>>

All’inizio non l’ho capita e ho preso quel sorriso che diventava sempre più grande come uno stra-fregarsene di tutto e di tutti coloro che erano invidiosi della sua allegria e della sua felicità. Poi ho capito che in realtà era la conseguenza del “suonare” una rasoio ma… la prima versione mi piace di più.

“Sei invidioso di me perchè sorrido e invece tu sembri non essere più capace di farlo? Beh, non me ne frega niente”. (Tralasciando il fatto che abbia tutto -metaforicamente e non -).

Mi immagino questa ragazza in versione più realistica – perché, diciamolo, nessuno è perfetto- che se ne va in giro sorridendo e canticchiando tra se e se, da sola, con un cartello appeso al collo sul quale è scritto: “Lasciate che mi goda questo momento, poi ne riparliamo”.

Probabilmente sarebbe strano vedere una cosa del genere e penseremmo che quella persona sia strana ma… sarebbe bello farlo.

In uno di quei momenti in cui guardiamo le altre persone che sembrano così felici, quelle con dei genitori che sembrano così presenti.                                                                                    Quel tipo di ragazza che ti senti male solo a guardarla e pensi: “magari se anche io fossi così le cose mi andrebbero meglio e non avrei così tanti problemi e preoccupazioni”.

Poter dire: <<NON ME NE FREGA NIENTE SE SEI PIU’ BELLA, PIU’ SIMPATICA, SE HAI PIU’ AMICI, LA PANCIA PIATTA O PIU’ SENO E BLA BLA BLA. DI BELLE RAGAZZE NE E’ PIENO IL MONDO MA IO FACCIO PARTE DEL TIPO CHE SI STA ESTINGUENDO  … IO SONO “SPECIALE” PERCHE’ RARA>>.

                                                                 

Adele2-575x447

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...