Quanta ignoranza!

Dei genitori razzisti, omofobi, superficiali e pieni di pregiudizi: meglio di così non può andare. Dicono una cosa e subito dopo lo negano dicendo <<Scherzavo!>> oppure <<I0?! Non l’ho mai detto, io non sono razzista>>.

Ah, dimenticavo che loro essendo adulti hanno sempre ragione… ma ho avuto il coraggio di rispondere a mio padre (che stava dicendo che “i bambini pensano come i bambini quindi le vostre capacità si fermano a un certo punto, diversamente da noi genitori”) che << ti dirò, a volte sbagliano anche gli adulti, strano ma vero>>.

Io devo essere perfetta, devo fare tutto ciò che mio fratello non ha fatto per renderli fieri, orgogliosi, perché mi possano esibire come un trofeo; come quando mi ripetono quanto brava è quella!                                                                                Non sono mai stata abbastanza e penso proprio che mia lo sarò. Qualsiasi cosa io faccia non va bene oppure avrei potuto fare di meglio. Così ho iniziato a puntare sempre più in alto, sempre, “mai accontentarsi”: questo è ciò che mi è stato insegnato.                                           E poi mi chiedono perché sto male e ho tutti questi problemi che sorgono dal nulla dato che <<Cosa ti manca? Hai dei genitori che ti vogliono bene…>>.

Non riesco a non rimaner delusa da me stessa e dal comportamento dei miei genitori, per quanto poi loro mi minaccino di alzar le mani solo perché dico la mia. (naturalmente con un tono neutro perché sono una signorina quindi devo essere posata e rispettosa.)                   Come posso dire di essere orgogliosa della loro etica quando mia madre -durante un periodo di ricovero di mia Zia in Psichiatria per un tentativo di suicidio- disse alle sue spalle : <<ma come fa ad essere depressa? Ha un marito, dei figli e una casa!>>.

Ah beh, non fa una piega.

Riguardo alla depressione post-partum, invece, a un’altra mia Zia è stato detto direttamente <<Partorire ed avere un figlio è la cosa più bella del mondo, non capisco una come faccia a deprimersi.>>.

QUANTA IGNORANZA.

Se la gente giudicasse un po’ meno e si facesse un po’ di più gli affari propri, probabilmente sarebbe un mondo migliore.                                                                           Stiamo avvelenando il mondo ed ecco il karma.

 

 

 

Annunci

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Aliona ha detto:

    Bellissimo, ti voglio un mondo di bene 😘

    Mi piace

  2. stupendizia ha detto:

    Certo che la tua vita è stata Tosta.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...